Torna alla pagina precedente...
 

Rassegna Stampa - Firenze


3 ottobre 2013

ADNKRONOS - Chiesa: Domenica Firenze ospiterà '10 Piazze Per 10 Comandamenti'

Arriva anche a Firenze, per l'ultima tappa, ''10 piazze per 10 Comandamenti. Quando l'amore da' senso alla tua vita'', l'iniziativa che propone una rilettura singolare, creativa, positiva e propositiva dei 10 Comandamenti. Il progetto che dal settembre 2012 attraversa l'Italia, riscuotendo un grande successo, si terra' domenica 6 ottobre alle ore 20,30 al piazzale Michelangelo. La serata sara' dedicata alla rilettura dell'VIII Comandamento ''Non dire falsa testimonianza'' e avra' il suo momento centrale nella proiezione del video messaggio di Papa Francesco incentrato sul tema del progetto ''Quando l'amore da' senso alla tua vita''. L'evento, presentato oggi in Palazzo Vecchio dal sindaco Matteo Renzi, da monsignor Claudio Maniago, vescovo ausiliare della diocesi di Firenze, e da Salvatore Martinez, presidente nazionale del Rinnovamento nello Spirito Santo, sara' condotto da Arianna Ciampoli e trasmesso in diretta su TV2000. Alla serata parteciperanno il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze; Salvatore Martinez; Marco Tarquinio, direttore di Avvenire; Susanna Tamaro, scrittrice; Davide Rondoni, poeta e scrittore; Pippo Franco, attore; Remo Girone, attore; Salvatore Sanzo, campione olimpico di scherma; il gruppo I neri per caso, cantanti; la band DieciperDieci RnS e altri ospiti e testimoni. Inoltre, sara' presente anche il coordinatore della comunita' del Rinnovamento che ha sede a Lampedusa, una delle realta' piu' impegnate ordinariamente nell'accoglienza e nell'assistenza degli immigrati (comunita' incontrata da Papa Francesco nella sua recente visita nell'isola).
''Accogliamo con piacere questa iniziativa ideata dal Rinnovamento nello Spirito Santo a 40 anni dalla sua nascita - ha detto monsignor Maniago -, uno dei tanti movimenti che nella Chiesa animano il laicato delle nostre comunita' e non solo. Questo evento rappresenta una bella novita' e una provocazione - ha aggiunto -. Crediamo che questa serata sia un'occasione per proporre in una dimensione gioiosa alcuni temi importanti da affrontare in modo costruttivo, con una dose di speranza e con quel desiderio di dialogo che sono propri del movimento e della Chiesa''. ''L'evento di domenica - ha concluso monsignor Maniago - dovra' essere un'iniziativa popolare dove tutti, credenti e non credenti, possano confrontarsi e riflettere sugli spunti e i temi che nascono dai Comandamenti''. ''10 Piazze per 10 Comandamenti. Quando l'amore da' senso alla tua vita'' e' un progetto del Rinnovamento nello Spirito Santo in collaborazione con il Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, sotto l'egida della CEI; e' una 'rilettura' dei Dieci Comandamenti, inaugurata alla vigilia del Sinodo sulla nuova evangelizzazione e dell'Anno della Fede indetto da Benedetto XVI, che nelle piazze di Roma, Napoli, Verona, Milano, Bari, Genova, Cagliari, Palermo e Bologna ha visto la partecipazione di circa 80.000 persone e numerosi testimoni del mondo dello spettacolo, della cultura, dello sport, del giornalismo, della musica.

ADNKRONOS - Politica: Renzi, non dire falsa testimonianza? Per politici è tosto

''Per i politici il comandamento che recita 'Non dire falsa testimonianza' alcune volte e' piu' tosto di quello 'Non avrai altro Dio all'infuori di me'''. Lo ha detto, con ironia, il sindaco di Firenze Matteo Renzi, scherzando con gli organizzatori della manifestazione del Rinnovamento nello Spirito intitolata ''Dieci piazze per dieci Comandamenti'', la cui tappa fiorentina si terra' domenica 6 ottobre, riferendosi al comandamento scelto per la citta' di Firenze, ''Non dire falsa testimonianza'', rispetto a quello che tocchera' sabato prossimo a Torino, ''Non avrai altro Dio all'infuori di me''. "Ha gia' parlato con Piero Fassino?", ha aggiunto Renzi rivolgendosi a Salvatore Martinez, presidente del movimento del Rinnovamento nello Spirito Santo, promotore dell'evento.
''Per i politici il comandamento che recita 'Non dire falsa testimonianza' alcune volte e' piu' tosto di quello 'Non avrai altro Dio all'infuori di me'''. Lo ha detto, con ironia, il sindaco di Firenze Matteo Renzi, scherzando con gli organizzatori della manifestazione del Rinnovamento nello Spirito intitolata ''Dieci piazze per dieci Comandamenti'', la cui tappa fiorentina si terra' domenica 6 ottobre, riferendosi al comandamento scelto per la citta' di Firenze, ''Non dire falsa testimonianza'', rispetto a quello che tocchera' sabato prossimo a Torino, ''Non avrai altro Dio all'infuori di me''. "Ha gia' parlato con Piero Fassino?", ha aggiunto Renzi rivolgendosi a Salvatore Martinez, presidente del movimento del Rinnovamento nello Spirito Santo, promotore dell'evento.

AGENPARL - Chiesa: con Renzi e Betori si conclude a Firenze la Manifestazione 10 Piazze

PER 10 COMANDAMENTI 10 Piazze per 10 COMANDAMENTI, l'iniziativa itinerante ideata dal Rinnovamento nello Spirito Santo, e realizzata in collaborazione con il Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione e con la CEI, si concluderà in una delle più belle città d'Italia, a Firenze, in piazzale Michelangelo, domenica 6 ottobre, alle ore 20.30, per una serata dedicata al Comandamento Non dire falsa testimonia nza. Lo rende noto un comunicato diffuso da Rinnovamento nello Spirito Santo. Sarà una rilettura dell'VIII Comandamen to: la falsa testimonianza vive spesso dentro l'uomo come menzogna, come bugia, come ammorbidimento della verità; un atteggiamento che si fa cultura, che si stabilizza nell'uomo come simulazione, finzione, verosimiglianza della realtà sostituita dalla fiction. A Firenze sarà mostrato come stare dalla parte della verità, difenderla, sia un atto di giustizia e di amore verso se stessi e verso gli altri. Lo spettacolo sarà condotto da Arianna Ciampoli e trasmesso in diretta su TV2000. Parteciperanno il card. Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze; Matteo Renzi, sindaco di Firenze; Salvatore Martinez, presidente nazionale del Rinnovamento nello Spirito Santo; Marco Tarquinio, direttore di Avvenire; Susanna Tamaro, scrittrice; Davide Rondoni, poeta e scrittore; Pippo Franco, attore; Remo Girone, attore; Salvatore Sanzo, campione olimpico di scherma; i Neri per Caso, cantanti; la band DieciperDieci RnS e altri ospiti e testimoni. Papa Francesco ha registrato uno speciale video messaggio a sostegno del progetto 10 Piazze per 10 COMANDAMENTI (così come aveva già fatto Papa Benedetto XVI), che verrà proiettato a Firenze nel corso della serata, unitamente al contributo del presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, mons. Rino Fisichella. La città di Firenze assume un'importanza particolare come ultima tappa del tour italiano: qui verrà lanciato un manifesto finale offerto all'attenzione dell'intero Paese, attraverso l'esplicitazione degli impegni presi in tutte le città che 10 Piazze per 10 COMANDAMENTI ha raggiunto.

AGI - Renzi scherza, non dire falsa testimonianza? Per politici e' tosto

PER 10 COMANDAMENTI 10 Piazze per 10 COMANDAMENTI, l'iniziativa itinerante ideata dal Rinnovamento nello Spirito Santo, e realizzata in collaborazione con il Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione e con la CEI, si concluderà in una delle più belle città d'Italia, a Firenze, in piazzale Michelangelo, domenica 6 ottobre, alle ore 20.30, per una serata dedicata al Comandamento Non dire falsa testimonia nza. Lo rende noto un comunicato diffuso da Rinnovamento nello Spirito Santo. Sarà una rilettura dell'VIII Comandamen to: la falsa testimonianza vive spesso dentro l'uomo come menzogna, come bugia, come ammorbidimento della verità; un atteggiamento che si fa cultura, che si stabilizza nell'uomo come simulazione, finzione, verosimiglianza della realtà sostituita dalla fiction. A Firenze sarà mostrato come stare dalla parte della verità, difenderla, sia un atto di giustizia e di amore verso se stessi e verso gli altri. Lo spettacolo sarà condotto da Arianna Ciampoli e trasmesso in diretta su TV2000. Parteciperanno il card. Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze; Matteo Renzi, sindaco di Firenze; Salvatore Martinez, presidente nazionale del Rinnovamento nello Spirito Santo; Marco Tarquinio, direttore di Avvenire; Susanna Tamaro, scrittrice; Davide Rondoni, poeta e scrittore; Pippo Franco, attore; Remo Girone, attore; Salvatore Sanzo, campione olimpico di scherma; i Neri per Caso, cantanti; la band DieciperDieci RnS e altri ospiti e testimoni. Papa Francesco ha registrato uno speciale video messaggio a sostegno del progetto 10 Piazze per 10 COMANDAMENTI (così come aveva già fatto Papa Benedetto XVI), che verrà proiettato a Firenze nel corso della serata, unitamente al contributo del presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, mons. Rino Fisichella. La città di Firenze assume un'importanza particolare come ultima tappa del tour italiano: qui verrà lanciato un manifesto finale offerto all'attenzione dell'intero Paese, attraverso l'esplicitazione degli impegni presi in tutte le città che 10 Piazze per 10 COMANDAMENTI ha raggiunto.

ANSA - A Firenze ultima tappa 'Comandamenti' visti da Rinnovamento

Si svolgera' a Firenze il 6 ottobre l'ultima tappa di 'Dieci piazze per dieci Comandamenti', l'iniziativa organizzata da Rinnovamento dello Spirito Santo che propone una rilettura singolare, creativa, positiva e propositiva dei Comandamenti. La serata sara' dedicata alla rilettura dell'ottavo Comandamento 'Non dire falsa testimonianza', e avra' il suo momento centrale nella proiezione del videomessaggio di Papa Francesco. Alla serata, trasmessa in diretta su Tv2000, parteciperanno fra gli altri il sindaco Matteo Renzi; il cardinale Giuseppe Betori, Marco Tarquinio, Susanna Tamaro, Davide Rondoni, Pippo Franco, Remo Girone, Salvatore Sanzo, I neri per caso, la band DieciperDieci RnS e altri ospiti e testimoni come il coordinatore della comunita' del Rinnovamento che ha sede a Lampedusa. Nel corso della serata sara' lanciato anche un manifesto finale con degli impegni presi in tutte le citta' raggiunte dall'iniziativa. ''L'idea di recuperare i Comandamenti come occasione per una riflessione civile - ha detto Renzi - e' molto bella. E' molto interessante quello che sta facendo il Rinnovamento nello Spirito Santo perche', in qualche modo, e' una provocazione positiva al mondo laico e al mondo della convivenza civile''.

ANSA - Papa: Martinez(RnS), suscita fraternita' e umanizza la fede

''La sua parola e' molto attesa: ce ne accorgiamo ogni giorno, in quanti modi questo Papa susciti stupore, interesse, amicizia, fraternita'''. Lo ha affermato Salvatore Martinez, presidente di Rinnovamento nello Spirito Santo, parlando del videomessaggio di Papa Francesco che sara' mostrato nell'evento 'Dieci Piazze per dieci Comandamenti'' che si svolgera' domenica 6 ottobre a Firenze. ''La fede non e' solo teologia - ha spiegato Martinez, a margine della presentazione dell'evento - non e' soltanto un elenco di dottrine e divieti, come qualcuno pensa guardando i dieci Comandamenti. La fede e' vita, e la vita profuma sempre di morte quando non e' raccontata, vissuta e accolta fino in fondo. Ecco perche' Papa Francesco da' un volto alla fede, sembra umanizzarla, semplificarla, renderla accessibile e comprensibile per tutti''. Martinez, parlando degli ultimi interventi del Pontefice, ha detto che fra credenti e non credenti ''il dialogo e' possibile'', e che eventi quello di Firenze come servono per ribadire che ''la fede cristiana e' capace non soltanto di umanizzare la storia, ma di favorire questo dialogo intorno alla verita' dell'uomo''.

ANSA - Renzi scherza,no dire falsa testimonianza? Tosto per politici

''Per i politici, il comandamento 'Non dire falsa testimonianza', alcune volte e' piu' tosto di quello 'Non avrai altro Dio all'infuori di me'''. Lo ha detto il sindaco di Firenze Matteo Renzi, scherzando con gli organizzatori dell'iniziativa 'Dieci piazze per dieci Comandamenti', la cui tappa fiorentina si terra' domenica 6 ottobre, e sara' dedicata proprio all'ottavo comandamento. Sabato 5 ottobre a Torino si' parlera' invece di 'Non avrai altro Dio all'infuori di me'. ''Ha gia' parlato con Fassino?'', ha scherzato ancora, rivolgendosi a Salvatore Martinez, presidente di Rinnovamento nello Spirito Santo, promotore dell'evento.

ANSA - Oggi in Toscana

Avvenimenti previsti per oggi, giovedi' 3 ottobre, in Toscana. PIOMBINO (LI) ore 09:00 Manifestazione, organizzata da Cgil, Cisl e Uil, in occasione dello sciopero generale proclamato dai lavoratori dell'altoforno di Piombino. Annunciati i segretari nazionali Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti. Concentramento del corteo in largo Caduti del Lavoro, a seguire comizi in piazza Bovio. FIRENZE - Salone dei Cinquecento - Palazzo Vecchio ore 09:30 Un convegno e una mostra, organizzate dall'Universita' di Firenze, per ricordare Edoardo Detti, architetto e urbanista protagonista dell'evoluzione della citta' dal dopoguerra. Alle 12 (chiesa di Orsanmichele) inaugurazione della mostra con documenti e opere di Detti. Anche il 4 presso l'Aula Magna dell'ateneo fiorentino. FIRENZE - Dipartimento storia, archeologia, geografia, arti e spettacolo - Aula Magna Palazzo Marucelli Fenzi - Via San Gallo, 10 ore 09:30 Convegno su 'Critica e letteratura negli scritti sull'arte: contributi per una tipologia'. Anche il 4. COLLE VAL D'ELSA (SI) - sala stampa, stadio G. Manni ore 10:00 Calcio: Siena; conferenza stampa dell'allenatore Marco Beretta. FIRENZE ore 10:00 Tappa fiorentina della campagna 'Every One' di Save the Children, per fermare la mortalita' infantile, che ogni anno nel mondo colpisce oltre 6 milioni di bambini per malattie banali e curabili come il morbillo, la polmonite e complicazioni neonatali. All'inaugurazione (piazza SMN) sono stati invitati Matteo Renzi e una delegazione della Fiorentina Primavera. FIRENZE - Sala delle Collezioni - Palazzo Bastogi - Via Cavour, 18 ore 10:00 Tavola rotonda su 'Oltre la crisi: piu' famiglie piu' adozioni. Verso una nuova legge delle adozioni internazionali'. Tra gli interventi, quello dell'assessore regionale Salvatore Allocca. Modera Grazia Sestini, Garante dell'infanzia e dell'adolescenza della Regione Toscana. PISA - Scuola Superiore Sant'Anna - Piazza Martiri della Liberta', 33 ore 11:00 Conferenza stampa per illustrare i dettagli della firma dell'accordo di programma, che entra nella fase operativa, per il Polo Sant'Anna di San Giuliano e, in particolare, per il Polo di Scienze della Vita, di prossima realizzazione. FIRENZE - Via di Novoli ore 11:00 Giornata finale dell'iniziativa di Legambiente 'Puliamo il mondo'. Alle 11 alunni delle scuole del Quartiere 5 e i ragazzi dell'Istituto americano 'Lorenzo de' Medici' si ritroveranno al Parco di San Donato. Interventi di Fausto Ferruzza, presidente Legambiente Toscana, dell'assessore Caterina Biti e di Filippo Vannoni, presidente Publiacqua. FIRENZE - Harry's Bar - Lungarno Vespucci, 22r ore 11:30 I Riformisti Italiani e il Comitato 'Scegliamoci la Repubblica' illustrano la proposta di legge d'iniziativa popolare per una riforma presidenziale ed una legge elettorale maggioritaria a doppio turno di collegio. Intervengono il prof. Giovanni Guzzetta e Stefania Craxi. SIENA ore 11:30 Udienza processo Mps. FIRENZE - Cortile Palazzo Strozzi ore 11:30 Incontro con l'artista giapponese Tadashi Kawamata in occasione della sua installazione d'arte contemporanea 'Tree Huts' (Capanne sull'albero) a Palazzo Strozzi, nell'ambito della mostra 'Territori instabili. Confini e identita' nell'arte contemporanea'. FIRENZE - Sala Montanelli - Palazzo Panciatichi - Via Cavour, 1 ore 12:00 Conferenza stampa sulle nuove acquisizioni di fondi librari per la biblioteca di Signa. FIRENZE - Lungarno Cellini, 3 ore 12:00 Anteprima della mostra 'Bianco Italia', in occasione dell'apertura della nuova galleria di Firenze. Interviene il critico d'arte Philippe Daverio. Il 4 (ore 18) apertura al pubblico. Fino al 9/11. FIRENZE - sala Incontri, Palazzo Vecchio ore 12:00 Presentazione Enegan Affrico Basket, presente vicesindaco Stefania Saccardi. FIRENZE - Sala Cosimo I - Palazzo Vecchio ore 12:00 Presentazione della tappa dell'iniziativa '10 Piazze per 10 Comandamenti', che chiude il suo tour a Firenze, nel piazzale Michelangelo, il 6 ottobre. Intervengono Matteo Renzi, Mons. Claudio Maniago, Salvatore Martinez, presidente nazionale del Rinnovamento nello Spirito Santo.

SIR - Anno della Fede: Domenica a Firenze “10 Piazze per 10 Comandamenti”

All’evento “10 Piazze per 10 Comandamenti”, che per iniziativa del Rinnovamento nello Spirito Santo si svolgerà domenica a Firenze, in piazzale Michelangelo (ore 20.30, diretta televisiva nazionale su TV2000), parteciperanno tra gli altri il cardinale arcivescovo Giuseppe Betori; il sindaco Matteo Renzi; Salvatore Martinez, presidente nazionale Rns; Marco Tarquinio, direttore di Avvenire; Susanna Tamaro, scrittrice. “Crediamo che questa serata sia un‘occasione per proporre in una dimensione gioiosa alcuni temi importanti da affrontare in modo costruttivo, con una dose di speranza e con quel desiderio di dialogo che sono propri del movimento e della Chiesa”, ha detto oggi nella conferenza stampa di presentazione monsignor Claudio Maniago, vescovo ausiliare della diocesi. L’evento “dovrà essere un‘iniziativa popolare dove tutti, credenti e non credenti, possano confrontarsi e riflettere sugli spunti e i temi che nascono dai comandamenti". "Nel capoluogo toscano - ha sottolineato Martinez - sarà celebrato il grande epilogo della maratona di evangelizzazione che sta percorrendo l‘Italia dal settembre 2012”. Da qui verrà lanciato un manifesto finale offerto all’intero Paese, “attraverso l‘esplicitazione degli impegni” presi in tutte le città teatro della manifestazione. A Firenze sarà presente anche il coordinatore della comunità del Rinnovamento che ha sede a Lampedusa.

FIRENZEONLINE - Domenica sera il piazzale Michelangelo ospiterà ‘10 Piazze per 10 Comandamenti’

L'iniziativa è stata presentata oggi in Palazzo Vecchio dal sindaco Renzi, da monsignor Maniago e dal presidente del RnS Martinez
Arriva anche a Firenze, per l'ultima tappa, '10 piazze per 10 Comandamenti. Quando l'amore dà senso alla tua vita...', l'iniziativa che propone una rilettura singolare, creativa, positiva e propositiva dei 10 Comandamenti.
Il progetto che dal settembre 2012 attraversa l'Italia, riscuotendo un grande successo, si terrà domenica alle 20,30 al piazzale Michelangelo. La serata sarà dedicata alla rilettura dell'VIII Comandamento 'Non dire falsa testimonianza' e avrà il suo momento centrale nella proiezione del video messaggio di Papa Francesco incentrato sul tema del progetto 'Quando l'amore dà senso alla tua vita...'.
L'evento, presentato oggi in Palazzo Vecchio dal sindaco Matteo Renzi, da monsignor Claudio Maniago, vescovo ausiliare della diocesi di Firenze e dal dr. Salvatore Martinez, presidente nazionale del Rinnovamento nello Spirito Santo, sarà condotto da Arianna Ciampoli e trasmesso in diretta su TV2000.
Alla serata parteciperanno il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze; Salvatore Martinez; Marco Tarquinio, direttore di Avvenire; Susanna Tamaro, scrittrice; Davide Rondoni, poeta e scrittore; Pippo Franco, attore; Remo Girone, attore; Salvatore Sanzo, campione olimpico di scherma; il gruppo I neri per caso, cantanti; la band DieciperDieci RnS e altri ospiti e testimoni. Inoltre, sarà presente anche il coordinatore della comunità del Rinnovamento che ha sede a Lampedusa, una delle realtà più impegnate ordinariamente nell'accoglienza e nell'assistenza degli immigrati (comunità incontrata da Papa Francesco nella sua recente visita nell'isola).
Nel corso della serata sarà lanciato anche un manifesto finale con degli impegni presi in tutte le città raggiunte da '10 Piazze per 10 Comandamenti' e nel quale sarà data voce alle diverse istanze che compongono la nostra società.
"L'idea di recuperare i Comandamenti come occasione per una riflessione civile è molto bella - ha detto il sindaco Renzi -. È molto interessante quello che sta facendo il Rinnovamento nello Spirito Santo perché, in qualche modo, è una provocazione positiva al mondo laico e al mondo della convivenza civile". "Mi piace pensare che Firenze - ha concluso Renzi - possa essere un'occasione in cui riflettere sui valori civili e religiosi e sulla laicità dell'impegno".
"L'evento vede una corale partecipazione, in cui Chiesa, Stato e società civile cercano di dialogare insieme nelle piazze - ha spiegato Salvatore Martinez -. Domenica sarà celebrato il gran finale della maratona di evangelizzazione che sta percorrendo l'Italia da tredici mesi". "Con la rilettura dell'ottavo Comandamento - ha continuato Martinez -, mostreremo come stare dalla parte della verità, difenderla, sia un atto di giustizia e amore verso se stessi e gli altri. Arriviamo a Firenze non per 'protestare' ma per proporre stili di vita antichi e sempre nuovi, piattaforme valoriali comuni, buone prassi di socialità e cittadinanza che ancora oggi promanano dai Dieci Comandamenti".
"Accogliamo con piacere questa iniziativa ideata dal Rinnovamento nello Spirito Santo a 40 anni dalla sua nascita - ha detto monsignor Maniago -, uno dei tanti movimenti che nella Chiesa animano il laicato delle nostre comunità e non solo. Questo evento rappresenta una bella novità e una provocazione - ha aggiunto -. Crediamo che questa serata sia un'occasione per proporre in una dimensione gioiosa alcuni temi importanti da affrontare in modo costruttivo, con una dose di speranza e con quel desiderio di dialogo che sono propri del movimento e della Chiesa". "L'evento di domenica - ha concluso monsignor Maniago - dovrà essere un'iniziativa popolare dove tutti, credenti e non credenti, possano confrontarsi e riflettere sugli spunti e i temi che nascono dai Comandamenti".
'10 Piazze per 10 Comandamenti. Quando l'amore dà senso alla tua vita' è un progetto del Rinnovamento nello Spirito Santo in collaborazione con il Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, sotto l'egida della CEI; è una 'rilettura' dei Dieci Comandamenti, inaugurata alla vigilia del Sinodo sulla nuova evangelizzazione e dell'Anno della Fede indetto da Benedetto XVI, che nelle piazze di Roma, Napoli, Verona, Milano, Bari, Genova, Cagliari, Palermo e Bologna ha visto la partecipazione di circa 80.000 persone e numerosi testimoni del mondo dello spettacolo, della cultura, dello sport, del giornalismo, della musica.

LA NAZIONE.IT - - La tragedia avvenuta a Lampedusa

La tragedia avvenuta aLampedusa, al largo dell'isola dei Conigli, ha la forza di vincere l'impermeabilità al dolore. Sono migliaia i migranti morti nel Mediterraneo. L'orribile naufragio che ha trascinato con sè centinaia di vite, anche quelle piccolissime di bambini fuggiti con le loro famiglie da Siria, Eritrea e Somalia, interroga la sordità europea e scalfisce quell'abitudine alla corsa per cui si passa oltre.
Durissimo l'intervento di Papa Francesco: ''Mi viene subito la parola vergogna: una vergogna. Parlando di pace e della crisi economica mondiale che è un sintomo grave della mancanza di rispetto per l'uomo voglio esprimere il grande dolore per le numerose vittime dell'ennesimo, tragico naufragio a largo diLampedusa''.
"Nessun volto umano può essere per noi clandestino, né vogliamo essere anonimi per quanti da quelle imbarcazioni fragilissime e cariche di disperazione chiedono aiuto", spiega la Comunità di Sant'Egidio di Firenze. Venerdì 4 ottobre 2013, nel giorno di San Francesco, la Comunità si riunirà a Firenze alle ore 20.30 in una preghiera aperta a tutti e in particolare agli immigrati, nella chiesa di San Tommaso, in via della Pergola 8, proprio per ricordare le vittime della tragedia di Lampedusa.
“L’immane tragedia di Lampedusa - sostiene Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio, già ministro della Integrazione e Cooperazione internazionale - esige da parte di tutti una risposta che non si limiti al cordoglio ma che chiami in causa le responsabilità e si faccia carico del coraggio di una proposta. Chiedo un funerale di Stato, a Roma, per le vittime di questo ennesimo disastro umanitario; e mentre ci uniamo alla preghiera di papa Francesco, e sollecitiamo interventi rapidi ed efficaci per alleviare le sofferenze dei superstiti, non possiamo non tornare a denunciare con forza le carenze della politica europea e mondiale, l’inadeguatezza delle iniziative della cooperazione internazionale di fronte al fenomeno gigantesco, inarrestabile delle migrazioni, una vera emergenza del nostro tempo”.
I viaggi della speranza, destinati a concludersi nella disperazione e nell’orrore, “devono essere fermati all’origine, e per questo occorre organizzare un efficiente sistema di controllo internazionale sulle coste del Mediterraneo e di repressione dell’attività criminale dei trafficanti di uomini, donne e bambini".
Viene interrogata la cooperazione internazionale, che "deve impegnarsi nell’aiuto ai paesi più poveri dell’Africa e nelle zone di guerra, per alleviare le condizioni di vita delle popolazioni e prevenire, ove possibile, il fenomeno migratorio. L’Europa deve aprire a Lampedusa o in Sicilia un Centro di prima accoglienza non solo italiano, nel quale si esprima la solidarietà dell’intera Unione; e deve farsi carico del reinsediamento dei profughi, dei migranti, dei richiedenti asilo nei diversi paesi europei che possono accoglierli e offrire loro condizioni dignitose di vita e di lavoro. E questo è solo il minimo che si possa e si debba fare nell’immediato".
L’8 luglio scorso papa Francesco aveva lanciato da Lampedusa un appello a risvegliare le nostre coscienze “perché ciò che è accaduto non si ripeta”. Ma "si è ripetuto; ed è responsabilità di tutti coloro che 'con le loro decisioni a livello mondiale hanno creato situazioni che conducono a questi drammi'. A questa denuncia di tre mesi fa, ieri il Papa ha aggiunto una sola parola: ‘Vergogna’. L’Europa, il mondo, si muovano!”
Per parte loro, le Arci della Toscana hanno chiesto alla Regione e agli enti locali una giornata di lutto: "E' evidente - spiegano - che non ci si possa più limitare a lavarsi la coscienza incolpando gli scafisti. E' evidente che tutti i giri di vite messi in atto in questi anni a proposito di sbarchi (che hanno procurato anche condanne di organismi internazionali al nostro Paese) si siano rivelati dannosi e non possano essere più riconosciuti come una risposta accettabile e credibile. Pensiamo, insomma, sia necessario che ci si interroghi una volta per tutte sui motivi che inducono migliaia di persone ad affidarsi a sfruttatori senza scrupoli e che si sospendano gli accordi bilaterali tra Italia e Libia".
Mentre dalla Provincia di Firenze, giunge l'invito della maggioranza dei consiglieri a considerare responsabilità e accoglienza l'esatto contrario del buonismo, da quella di Prato si sottolinea come "di fronte a una strage, con 90 morti e 250 dispersi, la solidarietà verso i profughi, verso le vittime e le loro famiglie non basta. Servono azioni concrete e fra gli attori l'Europa adesso è indispensabile. Dobbiamo gestire un'emergenza umana e sociale grave e drammatica e ci serve aiuto”.
Nella nota dei consiglieri della Provincia di Firenze si rileva che “se una colpa c'è, è che l'immigrazione è figlia della povertà e della guerra: somali, eritrei e siriani portano in sé, fin da piccolissimi, le ferite aperte dalla storia per cui, senza potere scegliere, si nasce nel posto sbagliato al momento sbagliato”.
A Pisa sono stati sospesi i lavori del Consiglio comunale e listata a lutto la bandiera del Comune. Il Comune di Santa Croce sull'Arno ha decisio di intitolare una strada alle vittime. Bandiere a lutto nelle sedi Pd di Sesto Fiorentino.
Intanto domenica 6 ottobre si svolgerà a Firenze, alle 20.30, in Piazzale Michelangelo, l'ultima tappa di 'Dieci piazze per dieci comandamenti', l'iniziativa organizzata da Rinnovamento dello Spirito Santo e dedicata, nel caso della città del fiore, all'ottavo comandamento 'Non dire falsa testimonianza'. Durante la serata, sarà trasmesso un videomessaggio di Papa Francesco. Tra i testimoni anche il coordinatore della sede di Rinnovamento a Lampedusa.

MATTEORENZI.IT - Domenica il piazzale Michelangelo ospiterà ‘10 Piazze per 10
Comandamenti’. L’iniziativa è stata presentata in Palazzo Vecchio

Una rilettura singolare, creativa, positiva e propositiva dei 10 Comandamenti: è l’iniziativa ‘10 piazze per 10 Comandamenti. Quando l’amore dà senso alla tua vita…’, che si terrà domenica alle 20,30 al piazzale Michelangelo.
Firenze è l’ultima tappa del progetto del movimento ecclesiale Rinnovamento nello Spirito Santo, che dal settembre 2012 attraversa l’Italia, riscuotendo un grande successo. La serata sarà dedicata alla rilettura dell’VIII Comandamento ‘Non dire falsa testimonianza’ e avrà il suo momento centrale nella proiezione del video messaggio di Papa Francesco incentrato sul tema del progetto ‘Quando l’amore dà senso alla tua vita…’.
L’evento, presentato oggi in Palazzo Vecchio dal sindaco Matteo Renzi, da monsignor Claudio Maniago, vescovo ausiliare della diocesi di Firenze e dal dr. Salvatore Martinez, presidente nazionale del Rinnovamento nello Spirito Santo, sarà condotto da Arianna Ciampoli e trasmesso in diretta su TV2000.
“L’idea di recuperare i Comandamenti come occasione per una riflessione civile è molto bella – ha detto il sindaco Renzi -. È molto interessante quello che sta facendo il Rinnovamento nello Spirito Santo perché, in qualche modo, è una provocazione positiva al mondo laico e al mondo della convivenza civile”. “Mi piace pensare che Firenze – ha concluso Renzi – possa essere un’occasione in cui riflettere sui valori civili e religiosi e sulla laicità dell’impegno”.
Alla serata parteciperanno tra gli altri il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze; Salvatore Martinez; Marco Tarquinio, direttore di Avvenire; Susanna Tamaro, scrittrice; Davide Rondoni, poeta e scrittore; Pippo Franco, attore; Remo Girone, attore; Salvatore Sanzo, campione olimpico di scherma; il gruppo I neri per caso, cantanti; la band DieciperDieci RnS e altri ospiti e testimoni. Nel corso della serata sarà lanciato anche un manifesto finale con degli impegni presi in tutte le città raggiunte da ‘10 Piazze per 10 Comandamenti’.
‘10 Piazze per 10 Comandamenti’ è un progetto del Rinnovamento nello Spirito Santo in collaborazione con il Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, sotto l’egida della CEI; è una “rilettura” dei Dieci Comandamenti, inaugurata alla vigilia del Sinodo sulla nuova evangelizzazione e dell’Anno della Fede indetto da Benedetto XVI.

TOSCANA OGGI - "10 piazze per 10 comandamenti": a Firenze la serata finale in diretta tv

Domenica 6 ottobre, a partire dalle ore 20.30, l’evento toccherà il Piazzale Michelangelo: il tema sarà l’ottavo comandamento: «Non dire falsa testimonianza». Alla serata (trasmessa in diretta da TV2000) sarà presente il cardinale Giuseppe Betori, che avrà il compito di guidare una breve esegesi e attualizzazione del Comandamento.

E proprio da Firenze sarà lanciato il “manifesto” che conclude questo percorso, associando ai Dieci comandamenti altrettanti impegni di vita. Lo ha annunciato il presidente di Rinnovamento Salvatore Martinez: “I comandamenti – ha spiegato – sono un fondamento morale valido per credenti e non credenti, tanto che li ritroviamo nelle legislazioni e nelle Costituzioni democratiche. Per questo, al termine di questo viaggio che ci ha portato a toccare le più belle piazze d’Italia, vogliamo trarne uno stimolo per umanizzare le città”.

A illustrare il programma della serata fiorentina sono stati, insieme a Martinez, anche il vescovo ausiliare di Firenze Claudio Maniago e il sindaco di Firenze Matteo Renzi: “Spero che la città – ha affermato - risponda nel migliore dei modi a questo evento. L’idea di partire dai Comandamenti per una riflessione sulla convivenza civile è molto stimolante”. “Mi piace sottolineare – ha aggiunto Maniago – l’aspetto gioioso di questo incontro, una iniziativa popolare che si svolge in una dimensione di speranza e di dialogo”.

La serata fiorentina di domenica segue quelle che si sono già svolte a Roma, Napoli, Verona, Milano, Bari, Genova, Cagliari, Palermo, Bologna, e quella che si svolgerà a Torino sabato prossimo. A Firenze la riflessione prenderà spunto dall’ottavo Comandamento, “Non dire falsa testimonianza”.. L’incontro (gratuito e aperto a tutti) si terrà al piazzale Michelangelo alle 21: interverranno Arianna Ciampoli (che condurrà la serata), il direttore di Avvenire Marco Tarquinio, l’attore Pippo Franco, lo scrittore Davide Rondoni, l’attore Remo Girone, la scrittrice Susanna Tamaro, il campione olimpionico della scherma Salvatore Sanzo, e poi la musica dei Neri per Caso e della “DieciperDieci band”.

Il progetto, partito con 2012 con un video messaggio di Papa Benedetto, oggi prosegue con Papa Francesco: e anche a Firenze sarà trasmesso il videomessaggio del Santo Padre sui Dieci Comandamenti come “legge di amore”.

La serata sarà trasmessa in diretta su TV2000: oltre due ore e mezzo di parole, musica e testimonianze per riportare i Dieci Comandamenti nel cuore e nella vita delle città italiane.

4 ottobre 2013

AVVENIRE - Martinez: il Decalogo per umanizzare le città

Presentata a Firenze la serata conclusiva di "10 piazze per 10 comandamenti". Al centro: «Non dire falsa testimonianza»
FIRENZE . Ultime tappa, domenica sera a Firenze, per "10 Piazze per 10 Comandamenti", l'iniziativa promossa da Rinnovamento nello Spirito che, partita da Roma un anno fa, ha attraversato tutta l'Italia. E proprio da Firenze sarà lanciato il "manifesto" che conclude il percorso, associando ai Dieci comandamenti altrettanti impegni di vita. Lo ha annunciato il presidente di Rinnovamento Salvatore Martinez: «I comandamenti sono un fondamento morale valido per credenti e non credenti, tanto che li ritroviamo nelle legislazioni e nelle Costituzioni democratiche. Per questo, al termine di questo viaggio che ci ha portato a toccare le più belle piazze d'Italia, vogliamo trarne uno stimolo per umanizzare le città». A illustrare il programma sono stati, insieme a Martinez, anche il vescovo ausiliare di Firenze, Claudio Maniago, e il sindaco Matteo Renzi: «Spero che la città - ha affermato il primo cittadino risponda nel migliore dei modi a questo evento. L'idea di partire dai Comandamenti per una riflessione sulla convivenza civile è molto stimolante». La serata conclusiva segue quelle tenutesi a Roma, Napoli, Verona, Milano, Bari, Genova, Cagliari, Palermo, Bologna, compresa quella di Torino che si svolgerà domani. A Firenze la riflessione prenderà spunto dall'ottavo Comandamento, "Non dire falsa testimonianza". Sarà un'occasione, ha spiegato Martinez, per dire «che nel cuore dell'uomo si radica la menzogna, e che il cristianesimo invece insegna che la verità ci rende liberi». L'incontro si terrà in piazzale Michelangelo (ore 21): accolti dall'arcivescovo Giuseppe Betori e dal sindaco, interverranno Arianna Ciampoli (che condurrà la serata), il direttore di «Avvenire», Marco Tarquinio, l'attore Pippo Franco, lo scrittore Davide Rondoni, l'attore Remo Girone, la scrittrice Susanna Tamaro e il campione olimpionico di scherma Salvatore Sanzo; ci saranno anche i Neri per Caso e la DieciperDieci band. Il progetto, inaugurato da Papa Benedetto XVI, prosegue con i video-messaggi di Francesco sul Decalogo come «legge di amore». La serata sarà trasmessa in diretta su TV2000: oltre due ore e mezzo di parole, musica e testimonianze.

LA REPUBBLICA - Comandamenti in piazza il messaggio del Papa

METTERE insieme Susanna Tamaro, il cardinale Giuseppe Betori, Pippo Franco, Remo Girone, Davide Rondoni e i Neri per caso per parlare di peccati e comandamenti può sembrare una strana impresa. Eppure è quello che accadrà domenica sera dalle 20.30 a piazzale Michelangelo nell'iniziativa promossa da "Rinnovamento nello SpiritoSanto", un movimento cattolico nato sull'onda del Concilio Vaticano II che ha viaggiato nelle piazze di nove città italiane (una per ogni comandamento) e che a Firenze concluderà il suo tour, con la proiezione del video messaggio realizzato da Papa Francesco che offre una sua riflessione sui dieci comandamenti, mentre Betori parlerà dell'ottavo. «In un momento difficile per la società italiana noi non promuoviamo proteste ma proposte», spiega il presidente di Rinnovamento Salvatore Martinez, che ieri ha presentato la serata insieme al sindaco Renzi e a monsignor Maniago. «Mi auguro che i fiorentini partecipino numerosi domenica», dice Renzi. Che poi scherza: «Per i politici, il comandamento "Non dire falsa testimonianza" alcune volte è più tosto di quello "Non avrai altro Dio all'infuori di me"».

CORRIERE FIORENTINO – I Comandamenti al Piazzale (e Papa in video)

ZENIT - "Non dire falsa testimonianza": se ne parla a Firenze

10 Piazze per 10 Comandamenti, l’iniziativa itinerante ideata dal Rinnovamento nello Spirito Santo, e realizzata in collaborazione con il Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione e con la CEI, si concluderà in una delle più belle città d’Italia, a Firenze, in piazzale Michelangelo, domenica 6 ottobre, alle ore 20.30, per una serata dedicata al Comandamento Non dire falsa testimonianza.
Sarà una rilettura dell’VIII Comandamento: la falsa testimonianza vive spesso dentro l’uomo come menzogna, come bugia, come ammorbidimento della verità; un atteggiamento che si fa cultura, che si stabilizza nell’uomo come simulazione, finzione, verosimiglianza della realtà sostituita dalla fiction. A Firenze sarà mostrato come stare dalla parte della verità, difenderla, sia un atto di giustizia e di amore verso se stessi e verso gli altri.
Lo spettacolo sarà condotto da Arianna Ciampoli e trasmesso in diretta su TV2000. Parteciperanno il card. Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze; Matteo Renzi, sindaco di Firenze; Salvatore Martinez, presidente nazionale del Rinnovamento nello Spirito Santo; Marco Tarquinio, direttore di Avvenire; Susanna Tamaro, scrittrice; Davide Rondoni, poeta e scrittore; Pippo Franco, attore; Remo Girone, attore; Salvatore Sanzo, campione olimpico di scherma; i Neri per Caso, cantanti; la band DieciperDieci RnS e altri ospiti e testimoni.
Papa Francesco ha registrato uno speciale video messaggioa sostegno del progetto 10 Piazze per 10 Comandamenti (così come aveva già fatto Papa Benedetto XVI), che verrà proiettato a Firenze nel corso della serata, unitamente al contributo del presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, mons. Rino Fisichella.
La città di Firenze assume un’importanza particolare come ultima tappa del tour italiano: qui verrà lanciato un manifesto finale offerto all'attenzione dell’intero Paese, attraverso l’esplicitazione degli impegni presi in tutte le città che 10 Piazze per 10 Comandamenti ha raggiunto. Sarà data voce alle diverse istanze che compongono la nostra società.

IN TOSCANA - In piazza i "Dieci comandamenti"

Arriva anche a Firenze, per l’ultima tappa, ‘10 piazze per 10 Comandamenti. Quando l’amore dà senso alla tua vita...’, l’iniziativa che propone una rilettura singolare, creativa, positiva e propositiva dei 10 Comandamenti. Il progetto che dal settembre 2012 attraversa l’Italia, riscuotendo un grande successo, si terrà domenica alle 20,30 al piazzale Michelangelo.La serata sarà dedicata alla rilettura dell’VIII Comandamento ‘Non dire falsa testimonianza’ e avrà il suo momento centrale nella proiezione del video messaggio di Papa Francesco incentrato sul tema del progetto ‘Quando l’amore dà senso alla tua vita...’. L’evento sarà condotto da Arianna Ciampoli e trasmesso in diretta su TV2000.
Alla serata parteciperanno il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze; Salvatore Martinez; Marco Tarquinio, direttore di Avvenire; Susanna Tamaro, scrittrice; Davide Rondoni, poeta e scrittore; Pippo Franco, attore; Remo Girone, attore; Salvatore Sanzo, campione olimpico di scherma; il gruppo I neri per caso, cantanti; la band DieciperDieci RnS e altri ospiti e testimoni.
“L’idea di recuperare i Comandamenti come occasione per una riflessione civile è molto bella - ha detto il sindaco Renzi -. È molto interessante quello che sta facendo il Rinnovamento nello Spirito Santo perché, in qualche modo, è una provocazione positiva al mondo laico e al mondo della convivenza civile”.
“Mi piace pensare che Firenze - ha concluso Renzi - possa essere un’occasione in cui riflettere sui valori civili e religiosi e sulla laicità dell’impegno”. “L’evento vede una corale partecipazione, in cui Chiesa, Stato e società civile cercano di dialogare insieme nelle piazze - ha spiegato Salvatore Martinez -. Domenica sarà celebrato il gran finale della maratona di evangelizzazione che sta percorrendo l’Italia da tredici mesi”.
“Accogliamo con piacere questa iniziativa ideata dal Rinnovamento nello Spirito Santo a 40 anni dalla sua nascita - ha detto monsignor Maniago -, uno dei tanti movimenti che nella Chiesa animano il laicato delle nostre comunità e non solo. Questo evento rappresenta una bella novità e una provocazione - ha aggiunto -. Crediamo che questa serata sia un’occasione per proporre in una dimensione gioiosa alcuni temi importanti da affrontare in modo costruttivo, con una dose di speranza e con quel desiderio di dialogo che sono propri del movimento e della Chiesa”.

TGR TOSCANA – Servizio tg su conferenza stampa

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-b82dd238-7c4d-4bb2-8a7c-65e6daece85b-tgr.html?refresh_ce#p=0

5 ottobre 2013

AVVENIRE.IT - Martinez: «Il Decalogo per umanizzare le città»

Martinez: «Il Decalogo per umanizzare le città»
Ultime tappa, domenica sera a Firenze, per "10 Piazze per 10 Comandamenti", l’iniziativa promossa da Rinnovamento nello Spirito che, partita da Roma un anno fa, ha attraversato tutta l’Italia. E proprio da Firenze sarà lanciato il "manifesto" che conclude il percorso, associando ai Dieci comandamenti altrettanti impegni di vita. Lo ha annunciato il presidente di Rinnovamento Salvatore Martinez: «I comandamenti sono un fondamento morale valido per credenti e non credenti, tanto che li ritroviamo nelle legislazioni e nelle Costituzioni democratiche. Per questo, al termine di questo viaggio che ci ha portato a toccare le più belle piazze d’Italia, vogliamo trarne uno stimolo per umanizzare le città». A illustrare il programma sono stati, insieme a Martinez, anche il vescovo ausiliare di Firenze, Claudio Maniago, e il sindaco Matteo Renzi: «Spero che la città - ha affermato il primo cittadino - risponda nel migliore dei modi a questo evento. L’idea di partire dai Comandamenti per una riflessione sulla convivenza civile è molto stimolante».
La serata conclusiva segue quelle tenutesi a Roma, Napoli, Verona, Milano, Bari, Genova, Cagliari, Palermo, Bologna, compresa quella di Torino che si svolgerà domani. A Firenze la riflessione prenderà spunto dall’ottavo Comandamento, "Non dire falsa testimonianza". Sarà un’occasione, ha spiegato Martinez, per dire «che nel cuore dell’uomo si radica la menzogna, e che il cristianesimo invece insegna che la verità ci rende liberi».
L’incontro si terrà in piazzale Michelangelo (ore 21): accolti dall’arcivescovo Giuseppe Betori e dal sindaco, interverranno Arianna Ciampoli (che condurrà la serata), il direttore di «Avvenire», Marco Tarquinio, l’attore Pippo Franco, lo scrittore Davide Rondoni, l’attore Remo Girone, la scrittrice Susanna Tamaro e il campione olimpionico di scherma Salvatore Sanzo; ci saranno anche i Neri per Caso e la DieciperDieci band. Il progetto, inaugurato da Papa Benedetto XVI, prosegue con i video-messaggi di Francesco sul Decalogo come «legge di amore». La serata sarà trasmessa in diretta su TV2000: oltre due ore e mezzo di parole, musica e testimonianze.

LA NAZIONE - Al Piazzale incontro show sui Comandamenti

DOMANI sera al piazzale Michelangelo l'ultima tappa di 'Dieci piazze per dieci Comandamenti', l'iniziativa organizzata da Rinnovamento dello Spirito Santo che propone una rilettura singolare, creativa, positiva e propositiva dei Comandamenti. La serata sarà dedicata alla rilettura dell'ottava disposizione del Decalogo 'Non dire falsa testimonianza', e avrà il suo momento centrale nella proiezione del videomessaggio di Papa Francesco. Alla serata, trasmessa in diretta su Tv2000, parteciperanno fra gli altri il sindaco Matteo Renzi; il cardinale Giuseppe Betori, Marco Tarquinio, Susanna Tamaro, Davide Rondoni, Pippo Franco, Remo Girone, Salvatore Sanzo, "I neri per caso", la band "DieciperDieci RnS" e altri ospiti e testimoni come il coordinatore della comunità del Rinnovamento che ha sede a Lampedusa. Nel corso della serata sarà lanciato anche un manifesto finale con degli impegni presi in tutte le città raggiunte dall'iniziativa. Oggi invece si celebra la Festa Diocesana della Famiglia che ha come tema "Famiglia, vivi con gioia la tua fede". Dalle 14,30 alle 16,30 visite al complesso di Santa Croce e alle 17 l'incontro con il professor Ezio Aceti. Alle 18 la Festa si concluderà con la messa presieduta nella Basilica di Santa Croce, dall'arcivescovo Giuseppe Betori.

6 ottobre 2013

CREDERE – Non dire il falso con il Rinnovamento

LA NAZIONE - La Messa poi il premio Festa col dolore nel cuore

NEL GIORNO del suo compleanno, il Progetto Agata Smeralda ricorda la strage di Lampedusa: ci saranno momenti di riflessione nelle iniziative in piazza Santissima Annunziata. L'associazione che promuove solidarietà internazionale e ha permesso migliaia di adozioni a distanza, ha invitato nella basilica tutte le persone che «di fronte a drammi come quelli di Lampedusa non riescono a rimanere indifferenti - spiega il presidente di Agata Smeralda, professor Mauro Barsi -. Abbiamo deciso di mantenere il programma previsto perché lavoriamo da oltre 22 anni al servizio della vita e della dignità di ogni essere umano. Vorremmo che la giornata fosse un ulteriore invito a tutti gli uomini di buona volontà a rimboccarsi le maniche e ad andare incontro a questi nostri fratelli». Oggi alle 15 sarà deposto un omaggio floreale nella pila dell'acqua benedetta della chiesa di Santa Maria degli Innocenti. Poi la giornata del progetto proseguirà alle 15,30 nella basilica con la consegna del premio «Prima di Tutto la Vita» all'Associazione Lorenzo Guarnieri Onlus. Partecipano il cardinale Giuseppe Betori, monsignor Claudio Maniago e il professor Mauro Barsi. Alle 17.30 la messa presieduta dall'Arcivescovo che alle 20,30 sarà al piazzale Michelangelo per «Dieci piazze per dieci Comandamenti», l'iniziativa organizzata da Rinnovamento dello Spirito Santo che si svolge oggi a Firenze sull'ottavo comandamento, «Non dire falsa testimonianza», con un videomessaggio di Papa Francesco sul tema «Quando l'amore dà senso alla tua vita». Interverranno tra gli altri la scrittrice Susanna Tamaro, il poeta Davide Rondoni, gli attori Pippo Franco e Remo Girone e il campione di scherma Salvatore Sanzo. Diretta su TV2000. Successo di pubblico invece ieri per la festa della famiglia a Santa Croce organizzata dalla Diocesi di Firenze.

IL GIORNO – Palinsesti

8,00Eremitaggio e ascesi in terra d'Abruzzo 9,20Nel cuore dei giorni 12,00Angelus recitato dal Santo Padre da Piazza S. Pietro 13,00Nel cuore dei giorni 13,30Borghi d'Italia 14,00Il giustiziere dei mari Film 15,30La svolta 16,10Terre sante Tunisia semente di cristiani 17,20La valle dei miracoli 18,00Rosario da Lourdes 18,30Il tempo vola 19,00Passi del silenzio 20,00Rosario da Lourdes 20,30Dieci piazze per dieci comandamenti Firenze

IL RESTO DEL CARLINO – Palinsesti

8,00Eremitaggio e ascesi in terra d'Abruzzo 9,20Nel cuore dei giorni 12,00Angelus recitato dal Santo Padre da Piazza S. Pietro 13,00Nel cuore dei giorni 13,30Borghi d'Italia 14,00Il giustiziere dei mari Film 15,30La svolta 16,10Terre sante Tunisia semente di cristiani 17,20La valle dei miracoli 18,00Rosario da Lourdes 18,30Il tempo vola 19,00Passi del silenzio 20,00Rosario da Lourdes 20,30Dieci piazze per dieci comandamenti Firenze

LA NAZIONE – Palinsesti

8,00Eremitaggio e ascesi in terra d'Abruzzo 9,20Nel cuore dei giorni 12,00Angelus recitato dal Santo Padre da Piazza S. Pietro 13,00Nel cuore dei giorni 13,30Borghi d'Italia 14,00Il giustiziere dei mari Film 15,30La svolta 16,10Terre sante Tunisia semente di cristiani 17,20La valle dei miracoli 18,00Rosario da Lourdes 18,30Il tempo vola 19,00Passi del silenzio 20,00Rosario da Lourdes 20,30Dieci piazze per dieci comandamenti Firenze

NEWSCATTOLICHE - Firenze chiude 10 Piazze per 10 Comandamenti

La manifestazione itinerante per l’Italia, Dieci piazze per dieci Comandamenti, voluta e organizzata da Rinnovamento nello Spirito Santo, patrocinato dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, sotto l’egida della Conferenza Episcopale Italiana, oggi, domenica 6 ottobre, giunge al termine, dopo oltre un anno, essendo partita nel settembre 2012.

La rilettura del Decalogo ha voluto rappresentare un gesto profetico, in un tempo in cui il la fede sembra oscurata dalla presunzione umana di considerare Dio lontano, assente. Il Decalogo in questi 11 appuntamenti è stato riproposto oltre il puro significato letterale dei testi, così da avvicinarlo agli uomini di questo tempo, ai loro problemi e alle loro legittime attese. Oggi più che mai i 10 Comandamenti sono i migliori “districatori di modernità” possibili, sempre pronti a ricordare all’uomo chi è e cosa è bene che sia, perché conosca il suo cammino e non rimanga estraneo al suo stesso destino.
Il Rinnovamento nello Spirito ha deciso dunque di scendere in Piazza – come ha ricordato ai giornalisti il Presidente Salvatore Martinez – non per “protestare”, ma per “proporre” stili di vita nuova, piattaforme comuni di socialità che trovano nei 10 Comandamenti un puntuale e illuminante rimando. Un chiaro segno di provocazione al “bene comune”, nel tempo della crisi, per coloro che non credono.
L’appuntamento finale – in diretta televisiva, come tutti gli altri appuntamenti, su Tv2000 condotto da Arianna Ciampoli – è alle ore 20,30 a Firenze a Piazzale Michelangelo.
Una iniziativa, nell’Anno della Fede, che ha voluto proporre una rilettura singolare, creativa, positiva e propositiva dei Comandamenti.
Roma, Napoli, Verona, Milano, Bari, Genova, Cagliari, Palermo, Bologna e Torino, ieri sera, che hanno visto, in totale, la partecipazione di circa 80.000 persone e numerosi testimoni del mondo dello spettacolo, della cultura, dello sport, del giornalismo, della musica.
La serata fiorentina di questa sera, l’ultima, sarà dedicata alla rilettura dell’ottavo Comandamento “Non dire falsa testimonianza”, e avrà il suo momento centrale nella proiezione del videomessaggio di Papa Francesco.
Alla serata parteciperanno il Cardinale Arcivescovo di Firenze Giuseppe Betori, il Sindaco di Firenze Matteo Renzi, il direttore di Avvenie Marco Tarquinio, Susanna Tamaro, Davide Rondoni, Pippo Franco, Remo Girone, Salvatore Sanzo, I neri per caso, la band DieciperDieci RnS e altri ospiti e testimoni come il coordinatore della comunità del Rinnovamento di Lampedusa.
La serata si concluderà con la pubblicazione del manifesto finale con degli impegni presi in tutte le città raggiunte dall’iniziativa, ben 11.
“L’idea di recuperare i Comandamenti come occasione per una riflessione civile – ha detto il Sindaco di Firenze, Matteo Renzi, che in Palazzo Vecchio ha ospitato giovedì la presentazione alla stampa dell’evento – è molto bella. E’ molto interessante quello che sta facendo il Rinnovamento nello Spirito Santo perché, in qualche modo, è una provocazione positiva al mondo laico e al mondo della convivenza civile. Mi piace pensare che Firenze – ha continuato il Sindaco – possa essere un’occasione in cui riflettere sui valori civili e religiosi e sulla laicità dell’impegno”.
“Accogliamo – ha sottolineato il Vescovo Ausiliare di Firenze, Mons. Claudio Maniago – con piacere questa iniziativa ideata dal Rinnovamento nello Spirito Santo a 40 anni dalla sua nascita, uno dei tanti movimenti che nella Chiesa animano il laicato delle nostre comunità e non solo. Questo evento rappresenta una bella novità e una provocazione – ha aggiunto -. Crediamo che questa serata sia un’occasione per proporre in una dimensione gioiosa alcuni temi importanti da affrontare in modo costruttivo, con una dose di speranza e con quel desiderio di dialogo che sono propri del movimento e della Chiesa”. “L’evento di domenica – ha concluso monsignor Maniago – dovrà essere un’iniziativa popolare dove tutti, credenti e non credenti, possano confrontarsi e riflettere sugli spunti e i temi che nascono dai Comandamenti”.
“L’evento – ha spiegato Salvatore Martinez – ha visto una corale partecipazione, in cui Chiesa, Stato e società civile hanno cercato di dialogare insieme nelle piazze. Domenica sarà celebrato il gran finale della maratona di evangelizzazione che ha percorso l’Italia per 13 mesi. A Firenze ci sarà la rilettura dell’VIII Comandamento: la falsa testimonianza è dentro il cuore dell’uomo come menzogna, come bugia, come ammorbidimento della verità; un atteggiamento che si fa cultura, che si stabilizza nell’uomo come simulazione, finzione, verosimiglianza della realtà sostituita dalla fiction. A Firenze sarà mostrato come stare dalla parte della verità e difenderla, sia un atto di giustizia e di amore verso se stessi e verso gli altri. Firenze sarà anche la città in cui il cammino che ci ha portato a incontrare il Paese attraverso i Comandamenti in questi mesi, si concluderà: da qui verrà lanciato un manifesto finale offerto all’attenzione dell’intero Paese, attraverso l’esplicitazione degli impegni presi in tutte le Città che Dieci Piazze per Dieci Comandamenti ha raggiunto. Sarà data voce alle diverse istanze che compongono la nostra società”.
Come in tutti gli appuntamenti precedenti sarà trasmesso un video messaggio di Papa Francesco. Nel suo messaggio, tra l’altro il Santo Padre afferma: “I Dieci Comandamenti sono un dono di Dio. La parola «comandamento» non è di moda; all’uomo d’oggi richiama qualcosa di negativo, la volontà di qualcuno che impone limiti, che mette ostacoli alla vita. I Dieci Comandamenti vengono da un Dio che ci ha creati per amore, da un Dio che ha stretto un’alleanza con l’umanità, un Dio che vuole solo il bene dell’uomo. Diamo fiducia a Dio! Fidiamoci di Lui! I Dieci Comandamenti ci indicano una strada da percorrere… Lasciamoci guidare da queste Dieci Parole che illuminano e orientano chi cerca pace, giustizia e dignità. I Dieci Comandamenti indicano una strada di libertà”.
Questa “strada di libertà” domenica passerà da Firenze e da Firenze – con la sua storia e la sua bellezze che parla di Dio, e che ancora oggi s’incarna nel mondo – intende parlare a tutto il Paese e annunciare con forza, con gioia, una novità di bene.

7 ottobre 2013

LA NAZIONE – Tremila al piazzale per parlare di fede

SIR - L'ultima tappa a Firenze sul valore della verità

La toccante testimonianza del coordinatore del gruppo di Rinnovamento nello Spirito di Lampedusa. Dal cardinale Betori l'invito a riflettere sulla "stretta correlazione che c'è tra il rispetto della verità e la possibilità di costruire una città secondo giustizia e fraternità". Gli interventi di Susanna Tamaro, Davide Rondoni e Marco Tarquinio. Il videomessaggio di Papa Francesco

“Ancora una volta ci siamo ritrovati al centro della storia, ancora una volta protagonisti di una pagina di cronaca nera, ancora una volta spettatori di tanta indignazione istituzionale, di governanti che promettono e non mantengono”. È stato quello di Giuseppe Lo Menzo, coordinatore del gruppo di Rinnovamento nello Spirito di Lampedusa, l’intervento più toccante nella serata di domenica 6 ottobre che ha concluso, nella splendida cornice fiorentina di piazzale Michelangelo, l’evento nazionale “10 Piazze per 10 Comandamenti”. A condurre l’appuntamento toscano - dedicato all’ottavo comandamento, “Non dire falsa testimonianza” - la giornalista televisiva Arianna Ciampoli, che ha introdotto sul palco le testimonianze - tra cui quella sorprendente, tra il serio e l’ironico, dell’attore comico Pippo Franco - e contributi musicali della band “DieciperDieciRns” e dei “Neri per Caso”, e conversato sul tema con la scrittrice Susanna Tamaro, il poeta Davide Rondoni e il direttore di “Avvenire”, Marco Tarquinio.

“A noi della comunità di Lampedusa e del gruppo del Rinnovamento ‘Nostra Signora di Porto Salvo’ - ha detto ancora Lo Menzo - la Provvidenza Divina ha fatto dono di sperimentare proprio nella prova la forza della Parola di Dio, che è verità, contro ogni menzogna che offende e umilia la dignità dell’uomo. (...) A ogni sbarco abbiamo dinanzi a noi uomini e donne bagnati, affamati, disidratati, disperati, malati, moribondi. Quante ferite nel corpo, nel cuore e nello spirito ci tocca fasciare e benedire. Ferite profonde, che spesso rimangono non curate. E mentre altri vanno alla ricerca di definizioni per classificarli - rifugiati, clandestini, immigrati - noi abbiamo preferito chiamarli semplicemente fratelli, membri dell’unica e sola famiglia dei figli di Dio”.

Tradire la verità è tradire se stessi. A introdurre la serata il saluto iniziale del sindaco Matteo Renzi, che ha ricordato come Dante Alighieri preferì l’esilio piuttosto che dichiararsi falsamente colpevole, e il cardinale Giuseppe Betori. “In gioco nel comandamento - ha detto tra l’altro l’arcivescovo di Firenze - non è semplicemente il non dir bugie, ma il fatto che tradire la verità è tradire noi stessi nel rapporto con Dio, con gli uomini e il mondo attorno a noi. Si capisce di qui la stretta correlazione che c’è tra il rispetto della verità e la possibilità di costruire una città secondo giustizia e fraternità”.

Le parole degli ospiti. Spunti tutt’altro che scontati sono emersi dalle conversazioni con gli ospiti. Se Susanna Tamaro ha sostenuto che ci sono anche occasioni in cui il non dire la verità può essere giustificato - distinguendo tra il bene della persona e il mito della sincerità a ogni costo -, Davide Rondoni ha invece sottolineato come il confine tra verità e menzogna attraversi ciascuno di noi - perché magari guardiamo in un modo all’immigrato sul barcone e in un altro quando lo ritroviamo al semaforo - e come sia anche necessaria un’opportuna distinzione tra legge e giustizia, non sempre coincidenti, come appunto nel caso degli sbarchi di profughi ma non solo. Marco Tarquinio si è invece soffermato in particolare sulla verità nel campo dell’informazione, portando ad esempio alcune battaglie condotte da ‘Avvenire’ su questioni finite nel dimenticatoio o volutamente ignorate, come quelle della ‘Terra dei fuochi’ e dell’imperversare del gioco d’azzardo, anche tra i minori.

Il videomessaggio del Papa. La ricchezza della serata - durata quasi tre ore e conclusasi con un documento finale su ciascuno dei dieci comandamenti, introdotto dal presidente nazionale di RnS, Salvatore Martinez - è stata ancor più impreziosita dal videomessaggio di Papa Francesco, riproposto anche in quest’ultima tappa. “La vera libertà - ha concluso il Pontefice - non è seguire il nostro egoismo, le nostre cieche passioni, ma è quella di amare, di scegliere ciò che è bene in ogni situazione. I dieci comandamenti non sono un inno al ‘no’, sono sul ‘sì’. Un ‘sì’ a Dio, il ‘sì’ all’Amore, e perché io dico di ‘sì’ all’Amore, dico ‘no’ al non Amore, ma il ‘no’ è una conseguenza di quel ‘sì’ che viene da Dio e ci fa amare”.

TGR TOSCANA – Servizio tg

8 ottobre 2013

AVVENIRE – Tradire la verità è tradire noi stessi

10 ottobre 2013

LA NAZIONE - Diffondere il Vangelo, va bene anche lo show al piazzale

DOMENICA scorsa al piazzale Michelangelo c'è stato un grande spettacolo mediatico rilanciato anche dalla tv dei vescovi sull'ottavo comandamento (non dire falsa testimonianza). C'erano volti noti dello sport, dello spettacolo, della politica e della chiesa. Splendido il videomessaggio del Papa, ma mi viene un dubbio: possibile che anche la fede abbia bisogno di effetti speciali o di belle coreografie? Non è meglio testimoniare il Vangelo con la propria vita? Lettera firmata GENTILE LETTORE, che una città come la nostra possa fare da sfondo ideale a una serata-evento è fin troppo banale. Certo, se il tema è la fede allora la riflessione dev'essere più seria, anche se alla fine l'iniziativa promossa da Rinnovamento nello Spirito Santo "Dieci piazze per dieci comandamenti'' è da considerarsi senz'altro meritoria. Ogni mezzo, infatti, è utile a lanciare il messaggio della fede. Come ha ricordato papa Francesco nella sua visita ad Assisi il santo poverello raccomandava di annunciare il Vangelo, se necessario anche con le parole. Se Francesco d'Assisi avesse avuto a disposizione la tv, per non parlare di Facebook e Twitter, viene da pensare che li avrebbe usati a piene mani. L'importante dell'intera operazione che lei definisce mediatica, semmai, è non banalizzare. E a proposito di messaggi positivi, «la fede non è solo teologia - ha spiegato Salvatore Martinez, presidente di Rinnovamento nello Spirito Santo, a margine della presentazione dell'evento - non è soltanto un elenco di dottrine e divieti, come qualcuno pensa guardando i dieci Comandamenti. La fede è vita, e la vita profuma sempre di morte quando non è raccontata, vissuta e accolta fino in fondo. Ecco perché Papa Francesco dà un volto alla fede, sembra umanizzarla, semplificarla, renderla accessibile e comprensibile per tutti». Martinez, parlando degli ultimi interventi del Pontefice venuto quasi dalla fine del mondo, ha detto che fra credenti e non credenti «il dialogo è possibile», e che eventi quello di Firenze come servono per ribadire che «la fede cristiana è capace non soltanto di umanizzare la storia, ma di favorire questo dialogo intorno alla verità dell'uomo». E come diceva Sant'Agostino, in quest'ottica la fede serve per capire. Anche se per annunciarla viene usata una kermesse televisiva.