Torna alla pagina precedente...

DICHIARAZIONE FINALE - FIRENZE 06.10.2013

Dagli Scritti di Santa Caterina da Siena, di Santa Maria Maddalena de’ Pazzi
della Beata Elena Guerra, del Beato Giuseppe Toniolo
 

“Non dire falsa testimonianza”.

Noi riconosciamo che Dio è amore e che l’amore, solo l’amore fa tutto. Un Dio di infinita misericordia, che ama le sue creature. Un Dio da amare, un Dio da fare amare, come il mare nel quale dobbiamo navigare, come l’aria che dobbiamo respirare, come la veste di cui dobbiamo avvolgerci.

“Non dire falsa testimonianza”.

L’amor proprio è principio e fondamento di ogni male. Tutti gli scandali e odio e ogni inconveniente procedono da questa perversa radice dell’amor proprio. Nell’amore del prossimo si fondano tutte le virtù. La carità è parte fondante della società, è perfezione della legge; la carità precede, sostiene, orienta la giustizia.

“Non dire falsa testimonianza”.

I problemi economici e politici devono avere da noi sempre una soluzione conforme all’ambiente spirituale nel quale si agita la nostra esistenza, contando non sopra gli espedienti umani, ma sopra i presidi soprannaturali. La vita fugge. Non illudiamoci: un rinnovamento sociale è impossibile senza un rinnovamento morale e religioso.

“Non dire falsa testimonianza”.

La vigilanza sul nostro parlare non sarà mai troppa. Vogliamo allontanare da noi l’inutile parlare, mortificare ogni vana curiosità di vedere e di sapere. Lo spirito di menzogna regna sulla terra; il nemico d’ogni bene vi ha seminato zizzania di errori. Chi tiene la via della bugia è figlio del demonio, il quale è padre delle bugie.

“Non dire falsa testimonianza”.

L’Amore, è solo l’Amore quel gran Maestro che insegna ogni verità. Dio solo. Dio sempre. Dio in tutto. Il Signore ci porge la mano, ma a camminare tocca a noi. Dunque, avanti: senza sosta; avanti senza deviazioni, avanti senza retrocedere, sempre avanti!